Sito gestito dal Comitato Circuito di Ospedaletti

Single News

  • Home
  • /
  • ONORE AI PRIMI

ONORE AI PRIMI

12 Mar, 2018 / 0

A due mesi dall’apertura delle iscrizioni la Commissione ha esaminato oltre 150 domande ed ammesso alla Rievocazione le prime 100 moto.

Si tratta per lo più di appassionati, che curano i loro gioielli come figli.

Mentre pubblichiamo queste righe altri stanno inviando le richieste; tra loro campioni e grandi collezionisti.

Intendiamo, però, dar risalto ai primi ammessi, poiché sono lo zoccolo duro della manifestazione, i più solerti, quelli che non danno per scontata l’ammissione e che, con le quote di iscrizione, contribuiscono agli ingenti costi della manifestazione.

L’atteggiamento dei primi ammessi è simile a quello dei volontari, che allestiscono il palcoscenico e riportano la situazione alla normalità, con grande passione (e spirito di servizio).

Abbiamo trovato molto interessanti i curricula dei piloti ed i palmares delle moto, delle quali offriamo qui una selezione fotografica.

Si va dal proprietario di un solo mezzo, al piccolo collezionista, al parente di un campione, all’ex pilota, che, in alcuni casi, avrebbe forse meritato di più.

Le moto spaziano dalle derivate alle GP, viste o rare, italiane o straniere, insomma i gusti (e le disponibilità economiche) sono diversi.

Identica è, invece, la voglia di divertirsi.

Sono altresì pervenute le prime domande dei campioni di un tempo, i più affezionati, che hanno conosciuto un successo più o meno grande, quali Vittorio Zito (vincitore della Milano-Taranto e di numerose altre gare, nonché detentore di record di velocità), Pieraldo Cipriani (più volte campione nazionale della montagna, che ha gareggiato ad Ospedaletti e nel mondiale), Italo Piana (campione nazionale ed europeo della montagna), Pierpaolo Bianchi (che ha corso ad Ospedaletti, detentore di tre titoli mondiali) ed Eugenio Lazzarini (che ha corso ad Ospedaletti e vinto, a sua volta, tre titoli mondiali).

Tra i grandi collezionisti il primo ad accorrere è stato Vittorio Mondani, che affiderà una Honda 250 GP a Pierpaolo Bianchi e porterà ad Ospedaletti anche una Norton Manx 500 ed una Paton 500.

Hanno già confermato piloti e campioni recenti o in attività, che si esibiranno nella batteria Open, quali Dario Marchetti e Gianni De Matteis (che fanno parte dell’organizzazione), Freddie Spencer (tre titoli mondiali), Carlos Lavado (due titoli mondiali), Manuel Poggiali (due titoli mondiali), Niccolò Canepa (due titoli mondiali; campione endurance in carica), Paolo Casoli (un titolo mondiale) ed ancora Regis Laconi, Bernard Garcia, Livio Bellone, Marco Borciani, Francesco Curinga, Luca Scassa e Marco Dall’Aglio.

Anche quest’anno avremo il piacere di vedere i piloti disabili Emiliano Malagoli e Daniele Barbero.

La Rievocazione 2018 si prospetta davvero memorabile, anche per altri motivi.

Una di essi è la presenza di auto da corsa ante 1951, dacché si tratta di festeggiare il settantesimo dalla nascita del circuito, che, lo ricordiamo, sino a quell’anno fu anche automobilistico.

Verrano assegnati tre ambiti riconoscimenti: il premio “Farneti“, il premio “Patrignani” ed il premio “Moto Club Valle Argentina – memorial Mandracci“.

Presso la biblioteca comunale, infine, verrà allestita una mostra fotografica – in ricordo del compianto fotografo locale Massimiliano Bianchi – ed un concorso di pittura, dedicato al circuito, ai suoi mezzi ed ai suoi personaggi, di ieri e di oggi.

Ospedaletti c’è!

Marco Mazzola

Comments have been disabled!