Sito gestito dal Comitato Circuito di Ospedaletti

Single News

  • Home
  • /
  • Rievocazione moto 2020 – Termine per le iscrizioni, gruppo monomarca ed (altri) eventi culturali

Rievocazione moto 2020 – Termine per le iscrizioni, gruppo monomarca ed (altri) eventi culturali

10 Lug, 2020 / 0

Il 24 agosto si chiuderanno le iscrizioni alla Rievocazione Motociclistica di Ospedaletti (per ragioni di stampa, solo le moto ammesse prima del 15 agosto compariranno a libretto).

A due mesi dalla chiusura delle iscrizioni hanno già confermato la partecipazione un centinaio di collezionisti e piloti, in sella a moto dell’epoca in cui svolgevano le corse sul Circuito (ante ’72).

Alla batteria Open, quest’anno, prenderanno parte moto da corsa più recenti, ma pursempre storiche, di pregio collezionistico e condotte da piloti esperti.

Della presenza di campioni del mondo, europei e nazionali (italiani ed esteri) abbiamo parlato; parimenti abbiamo già dedicato spazio alla seconda edizione del Concorso di pittura ed al fatto che le opere classificate ai primi posti entreranno a far parte della Pinacoteca del Comitato.

Diciamo ora del gruppo monomarca, che quest’anno sarà dedicato alle Laverda, con riserva di ripetere l’iniziativa alle future edizioni con altri marchi, in modo da accontentare tutti gli appassionati.

Laverda si è contraddistinta nel Giro d’Italia, nel Campionato italiano regolarità, in gare nazionali e internazionali (in particolare con i modelli 75 e 100), nel Motogiro d’Italia e nelle gare di regolarità e velocità (specialmente con il modello 750 SFC).

Molti appassionati ricorderanno le stradali di grossa cilindrata e le 125 cc degli anni ’80, ma Ospedaletti si incentra su gare e tecnica, perciò, oltre alle Laverda vincenti sui circuiti di tutta Europa, vedremo anche la 1000 con motore a V di 90° a 6 cilindri.

Sabato pomeriggio lo stesso Piero Laverda presenterà un recente libro fotografico sul marchio tricolore.

Pietro Falcioni, invece, introdurrà il suo lavoro su: “Silvio Grassetti. Le corse, il pilota, l’uomo”.

L’autore ha seguito Grassetti anche sul difficile circuito di Ospedaletti, ove il fortissimo pilota collezionò un primo posto nel 1967 (su Benelli 250), tre secondi posti (nel 1961 su Benelli 250, nel 1963 su Mv Agusta e nel 1970 su MZ), un terzo posto nel 1961 (su Bianchi 350, in classe 500) ed un quarto posto nel 1971 (su Yamaha 350).

Nell’ambito del talk show condotto da Paolo Conti, infine, saranno attribuiti i premi Farneti e Patrignani: il primo a cura del Comitato, il secondo del Comune.

La Rievocazione 2020, dunque, si conferma una manifestazione alla ricerca di formule sempre diverse, per non far mai mancare stimoli agli appassionati e cercare di coinvolgere i collezionisti del futuro, affinché venga preservato il patrimonio storico motoristico, che è cultura e storia del nostro Paese, e non solo.

Marco Mazzola

Comments have been disabled!